Blog

3 step per creare una Rete

creare una Rete

creare una Rete

Ti piacerebbe circondarti di tante persone? Che abbiano competenze diversificate magari. E ti piacerebbe che ogni individuo che conosci abbia una qualità che possa soddisfare le tue esigenze del momento? Donando anche tu qualcosa. Creare una rete permette di dare vita ad un complesso di condivisione dove ogni tua idea può prendere vita. Ogni tua fantasia lavorativa o di svago può diventare qualcosa di fruttuoso, altamente facilitato.

Qui è la Redazione Centro Clinico Eden, ed oggi voglio mostrarti 3 Passi per Creare una Rete.

Il Primo Step per creare una Rete è “Ascoltare”

Molti di noi hanno un serio problema di consapevolezza, diciamocelo. Siamo costantemente impegnati nel raccontare quello che facciamo, come lo facciamo. Sopratutto siamo costantemente alla ricerca di qualcuno che ascolti i nostri successi. Quando troviamo qualcuno disposto a sentire quanto abbiamo da dire lo apprezziamo, ed apprezziamo ancor di più quando veniamo lodati. Proviamo ora a fare una Metarappresentazione . Quando veniamo ascoltati e lodati proviamo una certa stima per la controparte che sta ponendo in atto questo atteggiamento. E’ un normale meccanismo umano quello di farci piacere chi sta lì ad accogliere i nostri contenuti. Tuttavia non ci rendiamo conto, per gran parte del tempo, che se lo facessimo noi ci ritroveremmo potenzialmente ben voluti da una miriade di persone.

Essere popolari non significa essere necessariamente il belloccio della scuola. A scuola o all’università il rappresentante degli studenti è circondato da molta gente perché sta lì ad accogliere i bisogni di tutti, affinché possa riportare tale contenuto in amministrazione.

Creare una rete significa anche questo. Ascoltare permette di capire l’altra persona, almeno ad una prima analisi, facendosi oltretutto piacere.

Fare Domande

Oltre ad ascoltare, apprezziamo molto anche coloro che ci fanno delle domande su ciò che abbiamo da dire. Se ho fatto un viaggio che mi ha particolarmente entusiasmato e qualcuno mi fa delle domande specifiche sui posti che ho visto, sicuramente ne parlo con più piacere. Se l’altra persona si mostra interessata capisco che sta cercando di connettersi con il mio stato d’animo, il che forma un legame indiscutibile. Stessa cosa può avvenire al contrario. Se hai un tuo business, per esempio, e vuoi creare una rete che ti premetta di agevolare il tuo lavoro, ecco che fare domande aiuta. Aiuta a comprendere le competenze dell’altra persona, quanto può essere utile quella sua qualità nei tuoi lavori. Fare domande ad un collaboratore ha anche la capacità di fargli prendere consapevolezza su quelle che sono le sue potenzialità.

Non so se hai mai visto la serie tv Lost. In ogni caso, un gruppo di persone si ritrova disperso su un’isola apparentemente deserta. Il primo step è appunto quello di sopravvivere ed un individuo prende immediatamente le redini della situazione. Secondo te come ha fatto a capire chi doveva dirigere la costruzione dei rifugi, chi cacciare cinghiali e chi ancora raccogliere frutta? Ha fatto Domande. da lì ha capito quali fossero che competenze di ogni individuo e da lì è stato semplice definire i ruoli del team di sopravvivenza!

La Condivisione 

Non è giusto fare niente per niente, si sa. Ma la cosa ancora più interessante nella condivisione è che l’altro ci completa sempre, è la base fondamentale per una buona partnership. Due ragazzi che vanno in un locale per abbordare delle signore non hanno sempre lo stesso schema dove uno è il rimorchiatore e l’altro la spalla, ma si interscambiano. L’altro può sempre darci qualcosa in più, completarci in qualunque istante. Facciamo un esempio riduzionista ma abbastanza comprensibile.

Nella serie tv Dr. House l’equipe scriveva alla lavagna le possibili cause della patologia del paziente. Ogni membro dell’equipe era specializzato in una branca differente della medicina e, per tale ragione, l’uno completava sempre l’altro in qualsivoglia momento. La potenza di House non stava nella sua bravura di capo, ma nella sua capacità di filtrare le informazioni che tutti quanti i suoi collaboratori gli davano. Tutti condividevano la conoscenza in virtù di un obiettivo comune, nel loro caso la cura del paziente.

 

Questi sono i passaggi fondamentali su come Creare una Rete, e che tu abbia un business, sia un insegnante, un venditore o un impiegato, circondarti di persone competenti è il solo modo di sopravvivere in questa magica isola chiamata Mondo!

Felice C. Baldacchino

21 aprile 2018 Articoli
About Felice Baldacchino

– Laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche – Specializzando in Psicobiologia e Neuroscienze Cognitive. – Collaboratore sede di Parma.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *