Blog

Il Blogger Consiglia: 6 Techiche Di Social Appeal

 

Ieri ci siamo seduti in cerchio con gli altri membri del Centro Clinico Eden – redattori, collaboratori e professionisti – e, dopo un bel focus group arricchito da un Brainstorming (nel caso in cui non lo sapessi si tratta di una tipica tecnica aziendale e di gruppo, dove ognuno “spara a raffica” idee per la crescita progettuale; infine si fa una selezione sulle produzioni più fattibili e congruenti col ruolo dell’associazione – ci faremo un articolo magari), una collega ha – ad un certo punto – proposto di pubblicare di tanto in tanto qualche recensione bibliografica che ci è parsa essere utile per la nostra crescita personale: qui è la Redazione Centro Clinico Eden e ti dò il benvenuto alla rubrica “Il Blogger Consiglia”!

Il libro che oggi mi appresto a recensirti può essere definito il precursore di tutte le letture inerenti la persuasione in ambito di vendita e finanza, degli scritti PNL e di tutti i Corsi Motivazionali esistenti – ovvero “Come trattare gli altri e farseli Amici” di Dale Carnagie.

Il titolo potrebbe sembrarti piuttosto pretenzioso, quasi una guida su quanto essere più artificiosi possibile per persuadere gli altri a far ciò che tu voglia facciano, ma in verità ti dico che si presenta come una piccola lista per aiutarti ad esprimere al meglio il tuo potenziale: diciamocelo, quante volte non ti sei sentito perfettamente capito dalla tua fidanzata, da tua moglie o da un tuo amico? Quante volte avresti preferito essere più bravo ad attirare l’attenzione per comunicare un concetto? Senza magari apparire eccessivamente plateale e/o molesto?

Questo libro è abbastanza datato, ma tant’è che – per come descrive l’autore i concetti – sembra essere completamente senza tempo. Il saggista afferma che vi sono 6 iter da seguire per essere maggiormente ascoltati dagli altri e, visto che negli anni ’30 fu in grado di riempire intere platee in aiuto di molti imprenditori – oltre ad operai e casalinghe – non si può certo dire che non valga la pena dargli uno sguardo.

Number 1: Sorridi.

Dannatamente scontato, me ne rendo conto, ma è altrettanto utile rivangare il concetto: diversi studi neuroscientifici dimostrano che il sorriso è contagioso – non a caso le donne tendono quasi sempre a gironzolare intorno a uomini spiritosi e con la battuta pronta. Io ho un amico che sorride anche mentre dorme, ed indovinate un po’? Quando cammina per strada sembra quasi Obama, si ferma a salutarlo persino il gatto!
Questo ovviamente non significa che devi fingere la gioia, ma il vecchio Dale vuole stimolare ad avere una visione differente della vita – forse un po’ più giocosa.

Number 2: Interessati sinceramente agli altri.

Sai qual è la parola più utilizzata dalle persone? Dale Carnagie sostiene che sia “Io”: la prima volta che – durante la lettura – mi fu posto questo indovinello, supposi “mamma”, poi “acqua” ed infine “amore”, ma nulla di tutto ciò; chiedere le ultime news ad un amico, inerenti la sua vita, rende evidentemente più simpatici al suddetto.

Number 3: Il suono più dolce per una persona è il suo nome.

Immagina un uomo che si chiama Nicodemo, dubito sinceramente che costui senta pronunciare il suo nome molte volte nell’arco di un mese (forse nemmeno durante l’appello scolastico) – eppure Carnagie costella il suo saggio di esempi evidenti, dove non soltanto l’interlocutore risultava più disponibile nei suoi confronti dopo essere stato chiamato per nome esteso, ma quasi piangeva per la commozione!

Number 4: Sii un buon ascoltatore.

Abbastanza scontato, specialmente per chi pratica la professione dello psicologo: oltre ad essere un professionista tecnico del settore, il fatto di saper ascoltare comporta che il cliente (o paziente) sia maggiormente predisposto poi ad assimilare dei consigli pratici. In generale, comunque, coloro che sanno ascoltare stimolano gli altri a ricambiare il favore – forse per reciprocità!

Number 5: Parla di quello che interessa all’Altro.

Dopo l’”Io” si trova tutto quello che sta come appendice all’altro – hobby, interessi, letture, ecc. Se ti concentri ad inizio conversazione su qualcosa che piace all’interlocutore, questo non potrà fare a meno di raccontarti tutto sulla sua collezione di farfalle (supponendo che la controparte ne sia appassionata, solitamente la squadra del cuore è la scelta più semplice) e, successivamente, potrebbe essere anche più disponibile nei tuoi confronti.

Number 6: Falli sentire importanti.

 La Piramide di Maslow descrive quali sono i bisogni primari e secondari da soddisfare negli esseri umani, prima di raggiungere la cosiddetta “Autorealizzazione”: tra questi ricordiamo nutrirsi, avere un tetto sulla testa, avere sicurezze e, poi, sentirsi Apprezzati. La base per apprezzare qualcuno è essere cortese e, senza eccedere troppo al fine di non apparire troppo costruito, magari complimentarsi sull’ultimo contratto chiuso dall’interlocutore o – se lo preferisci – rimanere stupito dinnanzi alla grandissima collezione di farfalle presa in prestito all’esempio di prima.

Questo è il sunto del sunto, poiché Carnagie riempie il suo libro di tantissimi esempi estremamente costruttivi – specialmente sul Presidente Lincoln. Ad ogni modo, per oggi la rubrica chiude – dicci la tua se lo desideri, per noi sarebbe un importante feedback di miglioramento. (ecco il numero 6, appunto!).

link: Amazon

Felice C. Baldacchino

10 novembre 2017 Articoli
About Staff

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares