Blog

Come liberarsi da stereotipi e pregiudizi

Gli stereotipi e i pregiudizi caratterizzano la società moderna. Ognuno di noi si lascia “ammaliare” dalla facilità con cui questi si creano e dal loro potere di

Come liberarsi da stereotipi e pregiudizi

Come liberarsi da stereotipi e pregiudizi

semplificare l’elaborazione delle nuove informazioni.

Nonostante l’accezione negativa e quasi sempre disfunzionale, questi modi di interpretare la realtà non sono necessariamente nocivi. A volte hanno funzioni positive e funzionali per il cervello.

E’ molto più semplice ragionare seguendo dei pregiudizi piuttosto che spendere energie mentali ad analizzare ogni singolo stimolo esterno.

Una società senza pregiudizi e stereotipi risulta un utopia. Tuttavia è possibile combattere il loro potere e liberarsi dalle loro conseguenze negative.

Bentrovati dalla redazione del Centro Clinico Eden, oggi vi parlerò dei pregiudizi e delle tecniche utili per cercare di limitarli e, magari, liberarvi per sempre del loro potere.

PREGIUDIZI

Dunque partiamo da qui. Cosa sono i pregiudizi? Come si formano? A che servono?

Il termine vuole indicare la formazione di un giudizio “prematuro” su un fatto o una persona. Il giudizio si forma prima di conoscere la realtà dei fatti ed è basato su esperienze passate o su nozioni già apprese.

La sua utilità è semplice: catalogare una nuova informazione come “già conosciuta” permette al cervello di risparmiare energie e saltare la fase di “analisi”. E’ un modo ottimo per prevenire le conseguenze.

Tuttavia il più delle volte il pregiudizio più che l’eccezione diventa la regola. La persona si abitua a giudicare situazioni, oggetti e persone preventivamente agendo di conseguenza senza conoscere realmente i fatti.

Pregiudizio molto diffusi sono quello razziale (“tu sei di colore e quindi sei inferiore”), androcentrico (“Tu sei una donna e quindi sei sicuramente più debole fisicamente di me che sono uomo!”) e quelli relativi ai ruoli sociali (“la donna si occupa della cura dei figli e l’uomo lavora”).

STEREOTIPI

Lo stereotipo rappresenta un processo mentale per cui si attribuiscono determinate caratteristiche a un gruppo di persone o oggetti non basate su fatti concreti.

Esempi di stereotipo sono “tutte le persone di colore sono cattive” o “tutti i cani di razza sono intelligenti”.

Lo stereotipo rappresenta un limite enorme per la mente umana, spinge il soggetto a pensare in maniera rigida e inflessibile.

La sua funzione consiste sostanzialmente nel semplificare i ragionamenti e prevedere le conseguenze di eventi o comportamenti altrui (esattamente come i pregiudizi).

Tuttavia il più delle volte è utilizzato come “legge assoluta”, ragion per cui gli stereotipi sono numerosissimi e difficili da smentire.

STEREOTIPO E PREGIUDIZIO SONO UGUALI ?

In effetti la differenza tra i due fenomeni è molto dibattuta. Per alcuni studiosi si tratta di due fenomeni diversi con caratteristiche simili.

Per altri, i due elementi, indicano il grado di intensità dello stesso fenomeno.

E’ pur vero che, a prescindere dalla loro natura, stereotipi e pregiudizi rappresentano un modo di interpretare la realtà distorto e affrettato.

Entrambi nascono da motivazioni sociali, culturali o economiche. Molti pregiudizi, poi, vengono anche trasmessi di generazione in generazione tramite l’educazione.

Le caratteristiche che li accomunano sono molte, ragion per cui la maggior parte degli studiosi ritiene che sia auspicabile parlare di un unico fenomeno.

Tuttavia, ancora oggi, la separazione tra i due rimane netta e ci si continua a riferire a pregiudizi e stereotipi come due processi mentali distinti e separati.

EFFETTI NEGATIVI

Esistono stereotipi e pregiudizi non negativi, che non riguardano l’attribuzione di caratteristiche nocive agli altri.

Nonostante ciò stereotipi e pregiudizi sono diffusissimi e il più delle volte riguardano tratti negativi piuttosto che positivi.

Le conseguenze negative sono facilmente immaginabili. Ragionando seguendo pregiudizi e stereotipi irrigidisce il pensiero. Non consente di avere una visione corretta della realtà e delle persone. Limita senza dubbio la conoscenza dei fatti.

Una delle conseguenze più disastrose riguarda la discriminazione. Gli stereotipi e i pregiudizi alimentano comportamenti discriminatori e violenti verso persone provenienti da altri paesi.

L’idea di essere superiori intellettivamente e fisicamente, l’idea che quelle persone siano delinquenti, l’idea che mettano in atto solo comportamenti nocivi creando danno, spingono le persone a discriminare, maltrattare e isolare socialmente “lo straniero”.

Gli stereotipi e i pregiudizi creano distanza tra le persone. Creano sentimenti di diffidenza e ostilità. Inibiscono le relazioni sociali, la spontaneità e la conoscenza di culture diverse dalla nostra.

Compromettono l’apertura mentale, il cambiamento e la ricerca della novità. Occludono la possibilità di fare esperienze diverse e stimolanti.

Ragionare seguendo stereotipi e pregiudizi anestetizza la mente.

Come disse Voltaire: “I pregiudizi sono la ragione degli stupidi” .

TECNICHE PER LIBERARSI DALL’INFLUENZA DI PREGIUDIZI E STEREOTIPI

Anche se difficile, è possibile che ognuno di noi si liberi dal potere e dall’influenza di stereotipi e pregiudizi.

Un primo passo è rappresentato dalla “consapevolezza”. Essere consapevoli dei nostri pregiudizi e stereotipi ci aiuta a combatterli. Sapere che limitano e irrigidiscono il nostro pensiero, compromettendo anche le opportunità, ci consente di reagire eliminandoli.

Sforzatevi di conoscere qualcosa o qualcuno prima di giudicarlo. E’ molto difficile, ma non impossibile! Sebbene le nostre “prime impressioni” possano rafforzare il pregiudizio dobbiamo sforzarci di non fermarci ad esse.

Non siate creduloni e non date retta alle opinioni della gente. Spesso queste opinioni nascono proprio dagli stereotipi. Impegnatevi ad appurare con la vostra mente se una cosa è reale o no.

Non fermatevi alle “sensazioni a pelle” . Conoscete fino in fondo i modi di essere di una persona ed evitate un giudizio immediato sul suo modo di essere.

Impegnatevi a sradicare i pregiudizi e gli stereotipi degli altri. Informatevi, studiate, leggete. Si dice che lo stereotipo nasca proprio dall’ignoranza, combattetelo con la sapienza!

CONCLUSIONI

Purtroppo una società senza stereotipi e senza pregiudizi non esiste. La mancanza totale di questi fenomeni non sarebbe nemmeno funzionale da un punto di vista psicologico .

Tuttavia se prendono la forma di regola piuttosto che eccezione possono risultare dannosi e pericolosi.

La consapevolezza è il fattore più potente capace di sradicare la forza dei pregiudizi e degli stereotipi. Una volta consapevoli della loro esistenza, vi risulterà più semplice combatterli.

L’informazione, la conoscenza e la saggezza possono salvare il singolo dalla seduzione che questi fenomeni mettono in atto nel nostro cervello.

Combattete l’odio che i pregiudizi comportano.

7 luglio 2018 Articoli
About Chiara D'agata

– Laurea in scienze e tecniche psicologiche – Collaboratrice sede di Catania

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares