Blog

Come piacere al tuo capo

Come piacere al tuo capo

Come piacere al tuo capo

 

In questi due giorni ho avuto il piacere di seguire, come osservatore, delle sessioni di formazione aziendale presso un’impresa in quel di Milano. Nell’osservazione mi è stato possibile rendermi conto di quelle che sono le priorità ed i pensieri dei dipendenti, in virtù dei loro ruoli all’interno del loro posto di lavoro, le negoziazioni tra di essi e la cultura organizzativa che li caratterizza. E’ incredibile notare come talvolta, tra un gruppo ed un altro di formazione, vi fosse una visione diametralmente opposta: la psicologia del lavoro, in tal senso, si occupa di riallineare la percezione dei componenti e di ottimizzare le loro prestazioni affinché la macchina funzioni. Questo può comportare delle piacevoli sorprese per i Leaders, i quali saranno certamente ben propensi a premiare coloro che saranno stati in grado di creare una realtà piacevolmente forte, e sopratutto salda ai valori organizzativi.

Qui è la Redazione Centro Clinico Eden, ed oggi voglio parlarti di 3 Caratteristiche che dovresti avere per capire Come piacere al tuo Capo.

Responsabilità Vs. Accountability: come piacere al tuo capo facendo di più

E’ vero che la traduzione letterale di “to Accountable” significa “essere Responsabile”, tuttavia gli anglosassoni vi danno una accezione piuttosto differente. Ti pongo qui un esempio pratico che ho avuto modo di sperimentare su me stesso. Qualche tempo fa ho fatto da tutor presso un corso di formazione a Bologna tenuto dal nostro Dr. Federico Gullotta. La mia unica Responsabilità era quella di seguire gli allievi negli esercizi pratici, dando delle informazioni inerenti i circuiti sottocorticali attivi durante la trance ipnotica. Finito il corso, tuttavia, decisi di preparare una dispensa che fosse fruibile ai partecipanti, affinché potessero consultarla quando avessero avuto bisogno di un ripasso veloce. Analizzando in breve la questione sembra chiaro che il mio ruolo fosse solo di fare da support, eppure decisi di fare qualcosa in più.
Un altro esempio potrebbe essere quando mandi una email al tuo Capo o ad un Cliente: dopo averla spedita potresti fargli una telefonata, informandolo che troverà qualcosa tra la sua posta elettronica!

Come piacere al tuo capo fissandoti degli Obiettivi

Fissarsi degli Obiettivi non è così scontato come si possa pensare. Se tu fossi un atleta di bodybuilding e, ad un certo punto, dici di voler aumentare la tua capacità di sollevare più del solito carico con il bilanciere credi che sarebbe un obiettivo? No. Un obiettivo deve essere sempre e comunque misurabile. Le sue dimensioni comprendono la specificità, la scadenza, l’importanza e la fattibilità. Quindi se tu dicessi che desideri aumentare il carico massimo entro 14 giorni passando dal sollevarne 60 a 75 chilogrammi, ecco che quello sarebbe un obiettivo.
E’ una buona strategia poter suddividere il tuo obiettivo in dei sotto obiettivi altrettanto misurabili. Riprendendo l’esempio dell’atleta di Bodybuilding sarebbe utile dividere le 14 giornate in progressi, così da poter auto monitorare i miglioramenti. In un contesto aziendale questo modo di lavorare ottimizza la procedura e le tempistiche e, soprattutto, hai sempre sottomano dei dati utili che ti faranno risultare inattaccabile agli occhi del tuo capo.

Risollevati dopo una caduta

I fallimenti sono qualcosa di naturale, ci aiutano ad imparare dove abbiamo sbagliato e a come migliorarci. Partendo dal presupposto che, come descritto nello scorso paragrafo, possiamo suddividere il nostro obiettivo in sotto obiettivi, ecco che potremmo si fallire in questi ma non nel compito principale: questo ci dà un netto vantaggio nel recuperare quanto abbiamo perduto. Trova la tua motivazione nel risollevarti ed imparare a fare di più, il tuo capo noterà la tua combattività e sarà sicuramente fiero di te quando potrai dire di essere riuscito nel tuo intento!

In virtù di quel che concerne i nostri articoli su comunicazione e cultura aziendale, ti invitiamo a visionare gli articoli sulla Leadership, sul Come Prendere DecisioniCome migliorare le tue Prestazioni e, inevitabilmente, quello inerente la Resilienza.

Per oggi è tutto, a presto!

Felice C. Baldacchino

14 marzo 2018 Articoli
About Felice Baldacchino

– Laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche – Specializzando in Psicobiologia e Neuroscienze Cognitive. – Collaboratore sede di Parma.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares