Blog

Ecco perchè fumiamo

Ecco perchè fumiamo

Ecco perchè fumiamo

Vi siete mai chiesti perché fumate? Per il semplice gusto della sigaretta, per un bisogno interno o forse c’è altro dietro? Cosa spinge ognuno di voi ad accendersi quella sigaretta? Cosa vi spinge ad accenderne altre 10/20 durante la giornata? Quali sono gli stimoli esterni che vi inducono a fumare?
Di seguito elencherò alcune delle motivazioni per cui il vizio del fumo sia così radicato tra le abitudini e per cui risulta quasi impossibile ai vostri occhi smettere di fumare.

1. DIPENDENZA

Si definisce dipendenza un comportamento che, subendo un alterazione, da comune abitudine diventa una ripetizione infinita per ricercare il piacere. Nel caso del vizio del fumo, la percezione che potreste aver avuto è la voglia irrefrenabile di attuare il rituale del fumare.

Ciò che caratterizza una dipendenza è la totale perdita di controllo sull’abitudine. Anche se ci si convince di poter smettere di fumare quando si vuole in realtà diventa difficile, quasi impossibile.

Tutti voi vi siete detti almeno una volta nella vita “No ma non ho il vizio, smetto di fumare quando voglio”. E invece non è andata così, mille giustificazioni, mille preamboli per non ammettere che non siete riusciti a smettere di fumare.

Questo ciclo è biologicamente spiegabile. Il nostro corpo e i nostri organi si abituano a ricevere la sostanza di “nicotina” che insieme all’abitudine provoca la dipendenza. Ci sentiamo obbligati ad assumere dosi di nicotina quotidiane con il rito del fumare. Tutto ciò in richiesta del corpo che “sente il bisogno” di ricevere quella dose quotidiana.

2. NERVOSISMO

In maniera molto più blanda esiste un altro motivo per cui si fuma. In molti sanno che uno degli effetti “piacevoli” della sigaretta è un immediato effetto calmante. Quando si è più stressati o nervosi si fuma per ridurre il livello di attivazione e sentirsi più sereni.

Tuttavia non ci si rende conto che questo “effetto tranquillante” dura solo i primi istanti. Un fumatore abitudinario ha bisogno di molte sigarette per rasserenarsi, ragion per cui quando è nervoso fuma molto di più.

Uno dei motivo per cui smettere di fumare è difficile è proprio la sensazione di essere maggiormente irritabili e irascibili alla mancanza della sigaretta. In parte è vero, quando vi obbligate a non fumare l’ansia, il nervosismo, l’irritabilità e la tristezza aumentano.

Ma molti non sanno che questo è solo un effetto temporaneo. Basta impiantare una nuova abitudine che “distragga” dal bisogno del fumo per abbassare i livelli di ansia e stress.

3. RITUALE SOCIALE

Ulteriore motivo per cui fumiamo, purtroppo, è la società in cui viviamo. Fumare è un rituale sociale. Avrete senza dubbio notato che fumate maggiormente quando siete in compagnia, magari davanti a un bel caffè (che spesso è il migliore amico della sigaretta) con altri amici fumatori.

Ci sono situazioni quotidiane, luoghi o semplicemente persone che stimolano il vostro bisogno di fumare. E’ difficile smettere di fumare perché si pensa subito “Dovrò abituarmi a non fumare dopo il caffè, dovrò ridurre i caffè ed evitare luoghi e persone che mi incitano a fumare”.

E’ vero anche che più si è in compagnia di amici fumatori (che ormai rappresentano la maggior parte della società) più è alto il rischio di iniziare a fumare e mantenere il vizio.

4. RICONOSCIMENTO SOCIALE

E’ anche vero, sopratutto in adolescenza, che chi fuma venga visto come più forte, più bello, più figo o semplicemente più allettante e ribelle.

Questo è il rischio che corrono molti adolescenti. La maggior parte di voi, infatti, avrà iniziato il proprio rituale del fumare proprio in quel periodo così delicato di cambiamenti.

Per l’adolescente la cosa più importante è il riconoscimento sociale. In un modo o nell’altro la sigaretta dona quell’atteggiamento di ribellione e fascino, di “proibito”, a cui molti adolescenti non sanno resistere.

Al fine di inserirsi nel gruppo dei pari, allora, iniziano a manifestare comportamenti devianti (non necessariamente pericolosi) tra cui anche il fumare.

5. FATTORE ECONOMICO

Questo è uno dei motivi tanto sottovalutato quanto pregnante. La sigaretta è l’unica droga legale in Italia. Inoltre costa veramente poco.

E’ l’unica “droga” accessibile a tutti e facilmente rintracciabile. Non comporta un dispendio eccessivo di denaro e, nonostante non abbia effetti “stupefacenti”, è in grado di rilassare e calmare la mente del soggetto che ne fa uso.

5. INADEGUATEZZA E AUTOSTIMA

Chi non fuma e non ha mai fumato capisce bene cosa voglio dire. Una persona può iniziare a fumare per un senso di inadeguatezza interiore e un bisogno di autostima.

Essere le “pecore nere” all’interno di un gruppo di fumatori, all’interno di una società in cui la maggior parte della popolazione fuma, all’interno di un mondo “per fumatori” può comportare un senso di disagio.

Magari ci si è detti “beh proviamo, chissà cosa comporta” e magari la prima volta vi ha anche fatto schifo. Ma a distanza di anni ne siete comunque diventati dipendenti.

Il bisogno di sentirsi al pari con li altri, di sentirsi meno a disagio e di non ricevere critiche alla propria autostima spinge a “provare” e a “radicare” questa brutta abitudine.

6. MOTIVI INTERNI ALLA PERSONA

Tuttavia, ci sono motivi più nascosti ma anche maggiormente diffusi per cui una persona inizia a fumare. Sto parlando dei motivi interni alla persona: desideri, emozioni, sentimenti, delusioni, motivazioni, conflitti etc.

Spesso, come per chi inizia una tossicodipendenza, la persona che inizia a fumare lo fa per cercare di difendersi da sentimenti negativi. Le situazioni di vita avverse (malattia o perdita dei genitori, divorzi, fallimenti lavorativi o personali etc.) sono fortemente connesse allo sviluppo del vizio del fumo.

In particolare, chi vive conflitti interni (come ad esempio la risoluzione travagliata di un lutto psicologico o vero e proprio) potrebbe essere a rischio di iniziare condotte disfunzionali per far fronte all’angoscia.

Il vizio del fumo è proprio una condotta disfunzionale.

CONCLUDENDO

Fondamentalmente non c’è un vero e proprio motivo per cui si inizia a fumare, ma sono tanti i motivi (come visto) che ti inducono a continuare.

Che tu abbia iniziato per imitare gli altri, per far fronte a un dolore mentale, per far parte di un gruppo ed essere accettato o per sentirti ribelle e adulto poco importa.

A Catania, al Centro Clinico Eden, è possibile smettere di fumare senza necessariamente soffrire di ciò che comunemente chiamiamo “astinenza”.

Grazie all’ipnosi, qualunque sia il motivo per cui hai iniziato, potrai smettere di fumare serenamente e senza controindicazioni.

Per saperne di più clicca qui.

Il vizio del fumo, come ogni vizio, è difficile da sradicare. Tuttavia non è impossibile.

Liberati della tua cattiva abitudine!

2 febbraio 2018 Articoli
About Chiara D'agata

– Laurea in scienze e tecniche psicologiche – Collaboratrice sede di Catania

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares